Visite in programma

Lasciati emozionare dalla bellezza dell’Arte e scegli la tua visita guidata preferita…
Vuoi una bella idea per un regalo perché non sai proprio cosa regalare? 

Regala una visita guidata o un carnet di visite! 
Per info sulle modalità scrivi a: prenotazioni@vogliadiarte.com

* Per rimanere aggiornati sui miei eventi (visite guidate e viaggi) clicca "Mi Piace" nella mia pagina FB Voglia di Arte e se vuoi ricevere la newsletter invia una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com   

L'ideazione degli itinerari delle visite e dei viaggi è realizzata da Maria Alessandra de Caterina ed è soggetta a Copyright© - Tutti i diritti riservati

VISITE IN PROGRAMMA

 

MERCOLEDI 24 LUGLIO ore 19,15

LA GARBATELLA: DALLA BORGATA GIARDINO ALLE SPERIMENTAZIONI ARCHITETTONICHE + CENA TIPICA ROMANA
 

La Garbatella, questo piccolo paese dentro la città, ha una data precisa per la sua nascita: è il 18 febbraio del 1920 quando il re Vittorio Emanuele III depone la prima pietra della nascente “città giardino“, questo nuovo insediamento a carattere popolare, allora in aperta campagna, ma a soli quattro chilometri dal centro città.
Ampio, complesso e articolato è il materiale di idee che in un breve arco di tempo, circa un decennio, tra il 1922 e il 1932, è stato realizzato alla Garbatella e fa di questa parte della città un laboratorio di studio e di progetto sull’architettura di Roma.
Passeggiando per le strade di questo magico quartiere, scopriremo angoli incantati con comignoli fiabeschi e giardini ben curati, e suggestive e variegate architetture.
Ma scopriremo anche tante altre curiosità e particolarità, come la casa dove è nato uno dei famosi attori del film “Poveri ma belli”. Anche un altro nostro amatissimo attore romano, Alberto Sordi, veniva spesso in questo rione a trovare le sue sorelle che vivevano qui. E d’altro canto la Garbatella ha con il cinema un legame molto stretto: il quartiere è stato un set cinematografico a cielo aperto per numerosi film, a iniziare da “Le ragazze di piazza di Spagna”, girato negli anni cinquanta, fino ad arrivare ai giorni nostri con la fiction de “I Cesaroni”.

* Appuntamento alle ore 19.15 in Piazza Benedetto Brin vicino alla fontana.

A fine tour, per chi vorrà, avremo la possibilità di cenare in uno dei più caratteristici locali romani della Garbatella, degustando un’ottima CENA CON PIETANZE TIPICHE ROMANE.

Il locale che vi ho scelto, nel cuore della Garbatella, è una Trattoria romana con cucina espressa casareccia, dove poter riscoprire sapori e usanze della Vera Tradizione Romana.

** Per i partecipanti alla visita guidata che si vorranno fermare anche alla cena, è previsto UNO SCONTO DI 5 EURO SUL PREZZO DEL MENU’.
Per loro il costo sarà di 28 euro, tutto compreso.

Questo il menù che degusteremo:
– ANTIPASTO MISTO DELLA CASA: Salame prosciutto lonza e olive
– PRIMO PIATTO: Un primo piatto della tradizione a scelta tra Amatriciana, Gricia, Carbonara, Gnocchi al pomodoro e basilico
– SECONDO: Secondo piatto a scelta tra Trippa alla Romana, Saltimbocca alla romana, Salsicce di Norcia, Scaloppine di Pollo con salvia-
– CONTORNI: Cicoria ripassata e Patate fritte
– VINO: Vino della Casa Bianco o Rosso 1 litro ogni 4 persone +1 bottiglia extra omaggio
– Pane e acqua
– DOLCE: Dolce della casa
– CAFFE’ o DIGESTIVO

Per chi vorrà rimanere per la cena, lo dovrà specificare al momento della prenotazione.

Durata della visita: 2,00 circa

✅QUOTA DI PARTECIPAZIONE :

Il costo della visita guidata, comprensivo di noleggio di radioguida, è di € 12,00 euro a persona.

L’evento è riservato ai tesserati Nomos Trek in possesso della regolare tessera associativa valida per il 2019.
PER CHI NON FOSSE SOCIO NOMOS, SI PUO’ TESSERARE AL MOMENTO.
Il costo della tessera è di 5 euro con scadenza 31/12/2019.

✅ La quota di partecipazione si versa esclusivamente in contanti il giorno stesso della visita, direttamente sul posto. Si prega di portare la quota esatta da versare.

Per partecipare alla visita guidata è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whatsapp al 347/7301146 indicando la data e il titolo della visita, il nome e cognome dei partecipanti e un numero di cellulare su cui potervi contattare in caso di necessità.

✅INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
Maria Alessandra de Caterina
347/7301146 (preferibilmente via whatsapp)
prenotazioni@vogliadiarte.com
Storica dell’Arte e Guida turistica abilitata

Chi è impossibilitato a partecipare è pregato di comunicarlo entro le 24 ore precedenti la visita, inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com

 

VENERDI 19 Luglio ore 10.45
LA VILLA FRANCESE DELLA BELLA PAOLINA BONAPARTE – ISCRIZIONI CHIUSE 
 
* LE ISCRIZIONI PER QUESTA VISITA SONO CHIUSE * 
 
Un luogo segreto e affascinante, un “pezzo” di Francia a pochi passi dalla Breccia di Porta Pia. La storia di Villa Paolina, costruita nel 1750 per volere del cardinale Silvio Valenti Gonzaga, è legata alla presenza di donne straordinarie. La prima è Paolina, sorella di Napoleone Bonaparte e sposa dal 1803 del principe romano Camillo Borghese, che l’acquistò nel 1816. Da allora la villa si chiamò “Paolina”, raggiungendo il suo maggior splendore, come ricorda lady Morgan nelle sue memorie: “Di tutte le ville che possiede la famiglia Borghese una sola è abitabile, una sola offre la proprietà inglese, l´eleganza francese e il gusto italiano uniti nella maniera più felice ed è la villa Paolina”.
Tra Paolina e la Villa fu un colpo di fulmine, perché la dimora si presentava come una delle residenze “di campagna” più raffinate dell’epoca. Oggi la sua struttura è esattamente identica all’ originale: soltanto il giardino, che all’epoca era all’italiana, ha subito diverse modifiche e, soprattutto, è stato ridotto per lasciare spazio alla speculazione edilizia post-unitaria.
All’interno si respira ancora l’atmosfera ricercata e colta voluta dalla dama. Se gli stucchi al piano terreno si riferiscono a modelli antichizzanti, come era tipico del gusto antiquario del XVIII secolo, i salotti ottocenteschi mostrano, invece, un carattere più romantico. In una sala entrano paesaggi del Nilo e templi egizi, in memoria delle campagne napoleoniche, il salone del primo piano è invece decorato a grisailles, ma l’ambiente sicuramente più affascinante è la Sala delle Muse.

 

La villa tra il 1815 e il 1824 divenne anche il luogo ospitale di tutti i napoleonidi banditi dalla Francia, sempre accolti con generosità da Paolina. Dopo la morte di Paolina avvenuta nel 1825, la villa restò per 90 anni di proprietà della famiglia Bonaparte e nel 1951 fu acquistata dalla Francia per la sua Ambasciata presso la Santa Sede.

Visiteremo i giardini, la cappella, l’anticamera, la sala egizia, la camera del Generale de Gaulle e, al primo piano, il gran salone, la galleria, il salone bianco e la sala da pranzo.

NB: Non è possibile effettuare questa visita nel week-end.

Appuntamento: Via Piave 23.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
15,00 €: comprende la visita guidata e la prenotazione. La visita guidata sarà tenuta dal personale interno.

PER PARTECIPARE:
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com.
Al momento della prenotazione dovrete darmi i seguenti dati per ogni partecipante: nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita (città e Paese), numero del documento di identità (l’ambasciata accetta solo la Carta d’ Identità o il Passaporto), data di scadenza del documento di identità registrato.

SENZA QUESTI DATI LA PRENOTAZIONE NON SARA’ CONFERMATA.
 
Il giorno della visita si dovrà portare con se il documento originale in corso di validità. Senza il documento originale, l’entrata all’Ambasciata sarà negata senza diritto di rimborso.

 

Le prenotazioni dovranno pervenire ENTRO il 10 Luglio.

PER QUESTA VISITA E’ RICHIESTO IL PREPAGAMENTO AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE.
Alle persone prenotate saranno inviati i dati per effettuare il bonifico.

Specificare anche un numero di cellulare su cui potervi contattare in caso di necessità.

 
 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *