Visite in programma

Lasciati emozionare dalla bellezza dell’Arte e scegli la tua visita guidata preferita…

Vuoi una bella idea per un regalo perché non sai proprio cosa regalare? Regala una visita guidata o un carnet di visite! 
* Per costi, scadenze e altre informazioni:
invia una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com
♣ Per rimanere aggiornati sugli eventi di VOGLIA DI ARTE (visite guidate, escursioni e viaggi): 
Metti "Mi Piace" alla pagina Facebook Voglia di Arte
Iscriviti al gruppo Facebook "Voglia di Arte - Visite guidate e tour" dove potrai anche pubblicare le tue foto sulle visite guidate e i viaggi fatti con Voglia di Arte Official
Iscriviti a "Voglia di Arte Official" su MEETUP: https://www.meetup.com/it-IT/Voglia-di-Arte/
Invia un messaggio whatsapp al 3477301146 con NOME e COGNOME per ricevere la newsletter


L'ideazione degli itinerari delle visite e dei viaggi è realizzata da Maria Alessandra de Caterina ed è soggetta a Copyright© - Tutti i diritti riservati

VISITE IN PROGRAMMA 

 

***********************************************

Sabato 15 Giugno ore 13.oo

passeggiata e visite guidate a “PASSO D’ASINO” + aperilunch e la manifestazione  “ASINITALY”

Il Borgo di Allumiere, incastonato tra le cime più alte dei monti della Tolfa, deve la sua origine e il suo nome alla scoperta delle miniere di allume di rocca, attribuita con colorite narrazioni a Giovanni Di Castro nel 1462, che servirono a finanziare sotto Pio V la guerra contro i Turchi, tanto che il borgo era citato nei documenti come “Allumiere delle sante crociate”. L’allume oltre a fissare i colori delle stoffe, era utilizzato anche nella conciatura delle pelli, nella produzione del vetro, nella lavorazione della lana, nella fabbricazione della carta e in medicina. Supporto fondamentale per lo svolgimento del lavoro in miniera fu l’asino.
Faremo una passeggiata, in compagnia delle asinelle dell’Associazione “Country Food”, al “Monumento naturale” della faggeta storica e alle cave di allume che testimoniano l’attività estrattiva del minerale. In un’area attrezzata sotto alberi secolari degusteremo un aperitivo a base di prodotti locali.
Proseguiremo la nostra passeggiata visitando il MAK , l’interessante Museo Archeologico Naturalistico Minerario “A. Klitsche de la Grange”, con una guida locale.
Terminata la visita guidata potremo assistere alla manifestazione “ASINITALY” che si svolgerà lungo le vie del borgo di Allumiere dal pomeriggio in poi, un evento nazionale unico nel suo genere per promuovere, valorizzare e salvaguardare l’importanza dell’asino, con incontri e scambi culturali con i Comuni italiani di origine delle razze asinine. L’asino grigio viterbese denominato anche ”grigio di Allumiere”, animale molto docile, socievole e intelligente che ci accompagnerà nella nostra passeggiata, è tra le otto razze asinine italiane riconosciute. La manifestazione è anche un’occasione per vedere da vicino tutte le razze asinine riconosciute in Italia, degustare prodotti di latte d’asina e visitare gli stand eno-gastronomici di prodotti locali, regionali e di artigianato. Non mancheranno spettacoli musicali e di folklore, e verrà anche allestito un maxischermo per poter vedere la prima partita dell’Italia che giocherà alle 21 contro l’Albania in occasione degli Europei di calcio 2024.
 
*** La giornata è adatta anche ai bambini che, se vorranno, potranno camminare in sella agli asini (e gli adulti che lo volessero)
Sono consigliate scarpe comode per la passeggiata in faggeta (adatta a tutti).
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITA’ DI PAGAMENTO:
Il costo dell’evento comprende la passeggiata nella faggeta storica e nel borgo in compagnia degli asini e l’organizzazione:  28,00 euro a persona.
L’aperitivo servito all’interno della faggeta comprende focaccia tradizionale, porchetta, verdure miste marinate tipiche del luogo, acqua, vino e bibite (costo dell’aperitivo: 5,00 euro a persona, da pagare direttamente in loco)
 
* Il biglietto del Museo, comprensivo di visita guidata, in occasione di questa giornata sarà per noi gratuito
 
*** Quota bambini fino a 13 anni di età: 19,00 euro.
A questa quota ci sarà poi da aggiungere i 5,00 euro per l’Aperitivo
 
Per questa visita è previsto il prepagamento. Alle persone prenotate saranno indicati i dati per procedere con il pagamento.
La visita sarà confermata con minimo 10 partecipanti.
 
PER PARTECIPARE:
Per partecipare alla visita guidata è obbligatoria la prenotazione inviando un messaggio whatsapp al 3477301146 o una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com indicando DATA e TITOLO della visita + NOME, COGNOME e CELLULARE dei partecipanti.
In assenza dei dati richiesti la prenotazione non sarà confermata.
Il luogo esatto dell’appuntamento sarà comunicato alle persone prenotate.
 
 
Domenica 16 Giugno ore 18.oo

“e lucevan le stelle”: concerto con le piu’ belle romanze della tosca + aperidinner  

Anche Voglia di Arte vuole rendere omaggio ai festeggiamenti per il centenario della scomparsa del maestro Giacomo Puccini, avvenuta a Bruxelles il 29 novembre 1924, con un concerto dal vivo con le più belle romanze della Tosca, un’opera lirica in tre atti che Puccini ambientò nella Roma del 1800, nell’atmosfera tesa che segue l’eco degli avvenimenti rivoluzionari in Francia e la caduta della prima Repubblica Romana.
Il maestro toscano volle acquistare i diritti per musicare il dramma omonimo del francese Victorien Sardou, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1887. Puccini poté assistere ad una rappresentazione de “La Tosca” di Sardou a Milano, all’inizio del 1889, e ne rimase molto colpito, anche grazie all’interpretazione dell’attrice Sarah Bernhardt nei panni della protagonista.
Floria Tosca è la cantante più famosa e avvenente della Roma papalina, amante del pittore Mario Cavaradossi, d’idee illuministiche e giacobine. La donna si caratterizza nel dramma per un temperamento passionale e geloso. Sarà infatti la gelosia che la condurrà a cadere nella trappola del capo della polizia, il barone Scarpia, e alla fine a perdere l’uomo che ama.
La prima rappresentazione dell’opera di Puccini si tenne a Roma, al Teatro Costanzi (oggi Teatro dell’Opera), il 14 gennaio 1900. È considerata la sua opera più concitata, ricca di colpi di scena e di trovate che tengono lo spettatore con il fiato sospeso. Anche il discorso musicale si evolve in modo altrettanto rapido, caratterizzato da incisi tematici brevi e taglienti. La vena melodica di Puccini ha modo di emergere nei duetti tra Tosca e Mario, nonché nelle tre celebri romanze.
Dall’Atto primo ascolteremo “RECONDITA ARMONIA”. È la prima romanza dell’opera lirica cantata dal pittore Mario Cavaradossi mentre sta dipingendo una pala d’altare all’interno della chiesa di Sant’Andrea della Valle e canta questa romanza pensando alla sua amata, Floria Tosca.
Seguirà un duetto tra Mario e Tosca, sempre dal primo atto: “Mario! Mario! Mario! Son qui!” Tosca, accecata dalla gelosia, entra in chiesa e si rivolge al suo amante chiedendo dove sia la presunta donna di cui ha udito “lesti passi ed un fruscio di vesti…”
Dal secondo atto ascolteremo il bellissimo assolo di Tosca “VISSI D’ARTE, VISSI D’AMORE”. Sotto l’atroce ricatto di Scarpia, la donna si rivolge direttamente a Dio: “Vissi d’arte, vissi d’amore, non feci mai male ad anima viva!… Nell’ora del dolore, perché, perché Signore, perché me ne rimuneri così?” Puccini scrive all’inizio di quest’aria: “Pianissimo, dolcissimo, con grande sentimento”.
Dal terzo atto ascolteremo un’altra romanza immortale: “E LUCEVAN LE STELLE”: “Entrava ella, fragrante, mi cadea fra le braccia. Oh! Dolci baci, oh languide carezze”: il pittore Mario Cavaradossi rievoca gli incontri amorosi notturni con Tosca, e si dispera per la sua fine imminente che porrà termine a questo suo sogno d’amore, ormai svanito per sempre.
Concluderemo il nostro concerto con un altro duetto, sempre dal terzo atto. Cavaradossi prende amorosamente fra le sue le mani di Tosca: “o dolci mani, mansuete e pure”. La donna, che pensa ancora si possano salvare, come le aveva promesso Scarpia, si raccomanda al suo amato di simulare bene una presunta morte nel momento della fucilazione: “Al colpo… cadi. I soldati sen vanno… – e noi siam salvi! Poscia a Civitavecchia… una tartana… e via pel mar!”
 
Personaggi ed interpreti:
Floria Tosca: Sharon Nannini (soprano)
Mario Cavaradossi: Maurizio Valeri (tenore)
al pianoforte: Juhee Lee
Narratore: Maria Alessandra de Caterina
 
Dopo il concerto seguirà un ricco aperiDINNER a buffet che comprenderà: Prosecco, Spritz, succhi di frutta, analcolici. Verdure in tempura, Olive all’ascolana, Mini supplì, Torte rustiche con prosciutto e formaggio / ricotta e spinaci e Cous cous con verdure croccanti.
Il costo dell’aperitivo è di 20,00 euro a persona.
 

* Termine ultimo per le prenotazioni: GIOVEDI 13 GIUGNO

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whatsapp al 3477301146 specificando TITOLO e DATA EVENTO + NOME, COGNOME e CELLULARE di tutti i partecipanti.
Alle persone prenotate sarà indicato l’indirizzo preciso del locale (zona Aurelia Antica).
L’evento sarà confermato con minimo 20 partecipanti
 
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
La quota comprende il concerto live con soprano, tenore e pianista e la presenza di un narratore come filo conduttore della vicenda: € 15,00
A questo si dovrà aggiungere la quota per l’aperiDINNER di € 20,00
 
Super offerta! 

Se prenoti per
persone il costo a persona sarà di 30,00
tutto compreso! 

(
I posti per questa offerta sono limitati)
DETTAGLI PER IL PAGAMENTO:
Per questa visita è previsto il prepagamento tramite bonifico bancario. Alle persone prenotate saranno indicati i dati per provvedere al bonifico.
 
 
 
TOUR IN UMBRIA PER SAN GIOVANNI E IL SOLSTIZIO ESTIVO 
Da sabato 22 Giugno ore 15 a Lunedì 24 Giugno ore 12.30

iL SOLSTIZIO D’ESTATE E LA NOTTE DI SAN GIOVANNI IN UN POSTO INCANTATO CON RACCOLTA ERBE, PREPARAZIONE UNGUENTI, RITI, MITI, LEGGENDE E CURIOSITA’

Il periodo legato alla festività di San Giovanni Battista (24 Giugno) è da sempre considerata una delle cerimonie più importanti dell’anno sia nel mondo pagano, in quanto connesso al Solstizio d’Estate, momento di massima luce carico di energia poiché la natura è al suo culmine, sia nel mondo cristiano. La notte di San Giovanni è la più breve dell’anno ed è considerata una notte magica, in cui tutto ciò che è connesso alla generazione e alla fruttificazione ne subisce un influsso positivo. Numerosi i riti propiziatori legati a questo periodo, come l’accensione di falò per allontanare gli spiriti maligni e le streghe, dirette al famoso “Noce di Benevento”. Un altro rito molto importante è quello della raccolta di particolari erbe e fiori di campo dal tardo pomeriggio del 23. Messe in una bacinella con dell’acqua e bagnate dalla rugiada nella notte tra il 23 e il 24 Giugno, aumentano i loro poteri magici e le loro virtù curative e protettrici. La mattina del 24 giugno quest’acqua benefica verrà usata per lavare mani e viso, in un rituale propiziatorio e di purificazione che porterà amore, fortuna e salute.
COSA FAREMO?

Durante le giornate del ritiro ci immergeremo nella raccolta delle piante sia per gli usi in cucina che erboristici, in un Workshop in cui impareremo a creare un oleolito e un unguento di iperico fatti interamente in maniera artigianale che ogni partecipante porterà a casa.
L’arrivo è previsto dalle ore 15.00 di sabato 22 Giugno. Dopo la cena, degusteremo una tisana intorno al fuoco, sotto le stelle. Domenica 23 prima della colazione, è prevista un’attività di Risveglio del corpo. Andremo poi a passeggiare nel bosco dove una guida esperta ci aiuterà nella raccolta delle erbe spontanee per il pranzo. Raccoglieremo anche l’iperico, detta anche Erba di S.Giovanni, e inizieremo la preparazione dell’oleolito di iperico. È chiamata anche Erba Scacciademoni perché anticamente si pensava che l’iperico conferisse protezione contro gli spiriti maligni, e che curasse gli stati di “malinconia”.
Dopo il pranzo con le erbe raccolte e la loro catalogazione, nel pomeriggio ci dedicheremo alla preparazione dell’unguento di iperico che viene utilizzato sulla pelle per le sue proprietà curative su ferite e scottature. Raccoglieremo anche i fiori e le erbe aromatiche per la preparazione dell’acqua di S.Giovanni. Dopo la cena ci sarà un momento conviviale con canti attorno al fuoco e racconti sul Solstizio d’Estate e S.Giovanni.
Lunedi 24 dopo il Risveglio del corpo, ci sarà il bagno rituale con le acque di S.Giovanni preparate il giorno prima. A seguire la colazione e un seminario: “7 Piante per 7 Pianeti”: Incontro sulla Medicina Occidentale Spagyrica e meditazione con le 7 Quintessenze planetarie”. Il termine delle attività è previsto intorno alle ore 11.30 – 12. Le stanze andranno lasciate entro le ore 11.
Per chi volesse, in quei giorni sono previsti anche momenti di preghiera (facoltativi) al mattino e al pomeriggio.

DOVE STAREMO?

Pernotteremo in Umbria in un luogo speciale, vicino Orvieto. È un antico eremo dei primi del ‘300 completamente ristrutturato secondo gli autentici dettami degli eremi medievali. Qui vivremo immersi nella natura, contornati dai boschi della Riserva Naturale. Un luogo ideale per ritrovare la calma e la vera quiete.
Dormiremo in piccole stanze che ricalcano il modello delle antiche celle utilizzate dai vecchi padri eremiti che, negli spazi ridotti e sobri delle loro stanze, trovavano spazio per la riflessione e la preghiera. Ogni stanza è dotata di bagno con doccia. Una grande attenzione è data ai dettagli come la biancheria da camera in filato di canapa antica, realizzata e ricamata a mano. Nelle stanze non ci sarà telefono, televisione o connessione wi-fi, ma uno scrittoio in pietra e una comoda seduta.
Il servizio è di pensione completa con una cucina vegetariana e vegana a menù fisso; i piatti sono ispirati a ricette dell’antica tradizione con tante verdure freschissime e frutta esclusivamente di stagione. Il pane e la pasta sono tutti fatti in casa, come le marmellate e i dolci.
Il luogo è dotato anche di un’AREA RELAX interamente scavata nella roccia dove si possono sorseggiare tisane naturali e rilassarsi in una vasca riscaldata con cromoterapia, idromassaggio e bagni di vapore.

COME SI ARRIVA?
Si andrà con le auto proprie. È possibile arrivare anche in treno (treno diretto da Roma Termini / Roma Tiburtina linea per Orvieto, tempo di percorrenza circa 1.30). Nella stazione di arrivo si potrà usufruire di un transfer con una macchina che vi porterà direttamente all’alloggio (la macchina va prenotata, chi ne avesse bisogno lo deve specificare al momento della prenotazione e vi verrà indicato il costo).
 
QUANTO COSTA?
Il costo di partecipazione a persona (da sabato 22 a lunedì 24) comprende i pernottamenti, i pasti indicati nel programma e la partecipazione a tutte le attività elencate nel programma:
385,00 euro in singola
305,00 euro in doppia
265,00 euro in tripla
 
Per chi non potesse rimanere Lunedì 24 Giugno può in alternativa arrivare venerdi 21 Giugno alle 15 e rimanere fino al pranzo di Domenica 23 Giugno; se non potrete arrivare venerdì e andrete via domenica pomeriggio, avrete una riduzione di 50,00 euro sulle quote proposte.
COME PARTECIPARE?
ATTENZIONE: Il luogo dispone di poche camere; per bloccare la disponibilità delle camere è necessario il versamento del 50% della quota totale tramite bonifico al momento della prenotazione. Alle persone prenotate verranno inviati i dati per procedere con il bonifico.
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whastapp al 3477301146 indicando DATA e TITOLO DELL’EVENTO + NOME, COGNOME e CELLULARE di ogni partecipante.
In assenza dei dati richiesti la prenotazione non sarà confermata.
PENALITA’ DI CANCELLAZIONE:
– Fino a 20 gg dalla partenza penale del 25%
– Fino a 6 gg dalla partenza 50%
– Da 5 gg 100%
 
 
 
Sabato 29 Giugno ore 10.3o – Gita

l’idroscalo di orbetello e le storiche crociere aeree dei trasvolatori

Sabato 29 Giugno ci attende una giornata veramente suggestiva e particolare. Visiteremo ad Orbetello i luoghi legati alle imprese aviatorie di grande rilievo ed importanza effettuate dai Trasvolatori, imprese che ebbero un grande successo internazionale.
Ci accompagnerà uno storico locale medioevale e contemporaneo, specializzato su Orbetello, che ci aiuterà a scoprire e ricostruire questi luoghi legati all’Aeronautica, oggi per la gran parte in condizioni precarie e in stato di abbandono, ma che si spera possano al più presto essere recuperate grazie al progetto di un Museo dedicato alla Trasvolate Atlantiche che dovrebbe sorgere proprio ad Orbetello in quelle aree.
L’idroscalo di Orbetello nasce negli anni precedenti la prima guerra mondiale come aeroporto militare, su commissione della Regia Marina. La decisione di costruire un idroscalo proprio sulle rive della laguna di Orbetello fu presa basandosi sulle caratteristiche fisiche del luogo, che consentivano di controllare a vista, dal centro della laguna, gli idrovolanti in decollo o in ammaraggio.
Nel 1925 venne acquisito dalla giovane Regia Aeronautica e intitolato alla memoria del guardiamarina aviatore “Agostino Brunetta”. Successivamente l’idroscalo venne espanso e nel 1928 costituì la base di partenza e di arrivo della prima crociera area di massa nel Mediterraneo Occidentale (Italia – Spagna) e di quella nel 1929 nel Mediterraneo Orientale (Italia – Ex Unione Sovietica).
Nel 1930-1931 fu poi la volta della Prima Crociera Atlantica (Italia – Rio de Janeiro) e nel 1933 della Crociera del Decennale o Seconda (e ultima) Crociera Atlantica (Italia – Chicago – New York) ribattezzata dal Times “la più grande impresa della storia dell’Aeronautica”. Entrambe condotte e organizzate dal neo ministro dell’Aeronautica Italo Balbo, queste imprese furono considerate per l’epoca degli avvenimenti aeronautici eccezionali che diedero un prestigio internazionale al nostro paese e che dimostravano l’alta professionalità dei piloti sorretta da un’ineccepibile organizzazione tecnico-logistica. Inoltre furono eventi che chiusero l’epoca dei “pionieri del volo” aprendo la via allo sviluppo delle prime linee aree transcontinentali.
Nel frattempo lo scalo si ingrandiva e alla fine degli anni ’30 furono realizzate anche due aviorimesse ad opera dell’architetto Pier Luigi Nervi, completate nel 1940 e in gran parte distrutte dai tedeschi in ritirata nel 1944, insieme ad altri edifici.
Sempre ad Orbetello si trova anche il cimitero degli Atlantici, un sacrario che visiteremo dove riposano molti dei protagonisti di queste storiche imprese, compreso Italo Balbo.
Dopo la pausa pranzo in un caratteristico ristorante del luogo, potremo ascoltare una conferenza organizzata per noi e condotta da Marco Di Cocco, storico ricercatore della Regia Aeronautica ed ex primo luogotenente dell’Ufficio Storico dell’Aeronautica Militare, dal titolo “Italo Balbo e le crociere atlantiche”. Avremo anche la possibilità di fare una passeggiata nel centro storico di Orbetello.
Vi accompagnerà Maria Alessandra de Caterina, storica dell’arte, guida e accompagnatore turistico abilitato.
 
MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whatsapp al 3477301146 specificando TITOLO e DATA EVENTO + NOME, COGNOME e CELLULARE di tutti i partecipanti.
 
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 30,00
La quota comprende le attività, le visite in programma, l’organizzazione e la guida/accompagnatore.
Nella quota non è compreso il trasporto e il pranzo.
L’appuntamento sarà direttamente a Orbetello. 
Il menù e la quota esatta per il pranzo (circa 25 euro a testa) sarà pubblicato prossimamente.
 
DETTAGLI PER IL PAGAMENTO:
Per confermare la prenotazione andrà versata la quota di partecipazione tramite bonifico bancario.
Alle persone prenotate saranno indicati i dati per provvedere al bonifico.
 
PENALITA’ DI CANCELLAZIONE:
– Fino a 20 gg dalla partenza penale del 25%
– Fino a 6 gg dalla partenza 50%
– Da 5 gg 100%
 
COME FARE PER PARTECIPARE AGLI EVENTI? 

Per partecipare alle visite è sempre obbligatoria la prenotazione inviando una mail a: prenotazioni@vogliadiarte.com o un messaggio whatsapp al 3477301146 con TITOLO e DATA DELLA VISITA + NOME, COGNOME e CELLULARE di ogni partecipante.
In assenza dei dati richiesti la prenotazione non sarà confermata.
Chi è impossibilitato a partecipare è pregato di comunicarlo entro le 24 ore precedenti la visita, inviando un messaggio whatsapp al 3477301146

5 pensieri riguardo “Visite in programma”

  1. Ho partecipato oggi alla visita guidata alla mostra di Dudovich. La volevo nuovamente ringraziare per le accurate spiegazioni, anche per la sua particolare competenza sull’autore, e spero di poter partecipare ad altre visite.

    1. Grazie molte Maria! Eh sì, Dudovich è stato il mio “primo” amore, e per me è veramente bello poterlo vedere anche qui a Roma, poiché spesso le sue mostre si tengono a Milano, a Trieste, in Romagna ed in altre località del nord. A presto per altre visite guidate e tour!
      M.Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.